CEMENTIZILLO COMUNICATO STAMPA SINDACO DI ESTE

                                       

Con riferimento all’avvio della procedura di mobilità annunciata dalla Cementizillo esprimiamo una forte solidarietà ai lavoratori, cui non abbiamo mai mancato di essere costantemente vicini in questi anni di cassa integrazione nei vari incontri sindacali sia in Provincia che in Regione.

 La situazione del settore del cemento è fortemente critica e i dati forniti dall’azienda rendono evidente che a livello nazionale è in corso una forte contrazione del mercato che sta costringendo ad una profonda ristrutturazione del settore.

 Dobbiamo tuttavia riconoscere che in questi 130 anni questo territorio ha dato tantissimo, forse troppo, alle cementerie e che anche per questo in questa fase di crisi non possono essere abbandonati né i lavoratori né i territori.

 Quando sollecitavamo le aziende ad individuare alternative produttive di riqualificazione dei siti produttivi per creare anche alternative occupazionali purtroppo siamo rimasti inascoltati, perché si pensava che solo continuando ad investire sul cemento si sarebbero mantenuti lo sviluppo e l’occupazione. Il tempo ha dimostrato purtroppo il contrario.

 Ora la fase delle parole è drammaticamente chiusa. Cogliamo con favore nell’intenzione dell’azienda, la volontà di trovare soluzioni anche innovative che consentano di ricollocare i lavoratori e questo credo che debba essere la priorità. In tal senso diventa fondamentale che il tavolo regionale sulla crisi dei cementifici acquisisca un ruolo trainante per fare in modo che venga affrontato sia a livello regionale che nazionale la situazione di crisi che esula dal settore cementiero ma che colpisce pesantemente tutta la nostra area della Bassa Padovana, dove servono politiche di sostegno e di sviluppo cui possa corrispondere anche un impegno economico significativo da parte degli attori istituzionali che ne hanno le competenze, Regione e Stato in primis.

Sarà nostro obiettivo coinvolgere anche il Governo, attraverso i nostri parlamentari locali, perché questo territorio rientri tra le zone in cui destinare aiuti specifici che possano far ripartire le opportunità di sviluppo che fino ad oggi sono mancate.

 
Il Sindaco di Este

Giancarlo Piva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.