Comuni: Consiglio approva legge per favorire associazione PD: “Ormai governa l’opposizione. Garantito numero legale e coerenza testo. Lega e PDL come fantasmi”

 “Con questa approvazione si è avviato un percorso importante per garantire servizi adeguati alle aspettative dei cittadini, mettendo assieme semplificazione amministrativa ed efficienza. Ma ancora una volta è emerso in modo preoccupante un dato politico: di fatto è l’opposizione a governare in questo momento, evitando il collasso del sistema decisionale della Regione”.


A dirlo i consiglieri regionali del Pd, Franco Bonfante (relatore per l’opposizione), Laura Puppato e Piero Ruzzante, dopo l’approvazione in aula della legge per valorizzare ed incentivare la costituzione di gestioni associate tra Comuni, promuovendo, in particolare lo sviluppo delle unioni e delle convenzioni, nonché la loro fusione.
“Di fronte alla incredibile spaccatura con la quale era iniziato l’iter di questo provvedimento, con due proposte diverse e contrastanti presentate da due assessori dello stesso partito e della stessa provincia (i leghisti Ciambetti e Finozzi), il Pd e l’opposizione ha svolto un ruolo propositivo e responsabile. Gli emendamenti che sono stati accolti e le modifiche inserite hanno trasformato il caos iniziale in un testo coerente, che può aprire appunto una fase di svolta nel modo di amministrare i piccoli Comuni. Resta dunque grave che non sia stata la Giunta e la maggioranza a lavorare per una sintesi che era doverosa”.
“E, come se non bastasse, la ciliegina è arrivata al momento dell’approvazione. Il numero legale necessario per procedere al voto finale era di 25 consiglieri: ebbene in aula i rappresentanti di Lega e PdL erano in tutto 19. E’ stata nuovamente l’opposizione a garantire dunque il regolare svolgimento del voto, cosa essenziale perché questa legge andava assolutamente approvata entro giugno se non si voleva togliere al Veneto la possibilità di realizzare in autonomia questa riforma. Certo  – concludono Bonfante, Puppato e Ruzzante – che diventa sempre più impresentabile questo governo di fantasmi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.