GREEN ECONOMY

Il 15 marzo 2011 il Gruppo consiliare regionale del Partito Democratico Veneto, ha presentato in Consiglio regionale la Risoluzione n. 14, per impegnare la Giunta regionale ad attivarsi presso il governo nazionale affinché venga corretto il Decreto governativo sulle energie rinnovabili.
  

Il provvedimento governativo approvato il 3 marzo scorso, se non verrà opportunamente modificato, è infatti destinato a bloccare lo sviluppo del settore, provocando un duro colpo all’economia già fortemente in crisi; “il decreto – si legge nella Risoluzione – rende di fatto molto difficile il perseguimento degli obiettivi europei in materia di energia e di clima. 
Secondo le associazioni di categoria, se il decreto non verrà corretto determinerà il ricorso immediato alla cassa integrazione straordinaria per oltre 10.000 persone impiegate nel settore delle rinnovabili e il blocco degli investimenti per oltre 40 miliardi di euro programmati per i prossimi mesi.”
La Risoluzione mirava ad impegnare la Giunta regionale ad intervenire presso il governo per correggere il decreto: “non si può lasciare nell’incertezza il settore del fotovoltaico. Va anticipata – questa una delle richieste – l’emanazione del previsto decreto ministeriale per la determinazione del  nuovo sistema di incentivazione, senza imporre tetti limitanti allo sviluppo del mercato, garantendo certezze nel tempo agli investimenti e riconoscendo un adeguato valore degli incentivi. E si definisca un quadro normativo che tenga conto per tutte le fonti di una previsione di crescita al 2020 in linea con le reali potenzialità del settore e del decadimento dei costi”.
Il 22 marzo 2011, presso la sede del Consiglio regionale, si è svolto  un incontro sulle energie rinnovabili, cui hanno preso parte gli imprenditori della “Rete imprese venete per il solare”, i sindacati e le associazioni di categoria che hanno espresso le loro istanze ai Consiglieri regionali di tutti gli schieramenti e all’Assessore regionale all’Ambiente.
Alla fine del tavolo istituzionale, durante il quale, da parte del Presidente del Consiglio regionale è stata data lettura di una Mozione del PD nazionale dalla quale sono derivati, in parte, i contenuti della risoluzione del Gruppo consiliare regionale del PD, si è deciso di mettere a punto un nuovo documento che ottenesse un consenso “bipartisan”.


Il documento, una Risoluzione della quale è primo firmatario l’Assessore regionale all’Ambiente, assorbendo al proprio interno i più importanti concetti contenuti nei documenti del PD già esistenti, tra i quali le garanzie di un quadro di certezza per il settore delle energie rinnovabili, la gradualizzazione sulla riduzione degli incentivi e la eliminazione dei “tetti alla produzione incentivata da fonti energetiche rinnovabili”, ha ottenuto l’approvazione unanime durante la seduta di Consiglio regionale del 23 marzo 2011.

Per ulteriori approfondimenti riportiamo in allegato:



Laura Puppato – Presidente Gruppo consiliare Partito Democratico Veneto

Piero Ruzzante – Consigliere regionale Partito Democratico Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.