Le dieci proposte Ecodem per rilanciare il Paese

Le 10 proposte per una via italiana alla green economy lanciate dagli Ecologisti Democratici nel convegno, organizzato insieme al PD, “La via italiana alla green economy“. 10 idee concrete per la cosiddetta “fase due”, per la ripresa dell’economia e per creare lavoro:
1. Modernizzazione ecologica dell’industria italiana. Un programma “Industria 2020” per la green economy (industria dell’auto, nuovi materiali e chimica verde, industria del riciclo, tecnologie per l’efficienza energetica e le rinnovabili, ecodesign).

2. Riforma fiscale ecologica. Alleggerire il carico su lavoro e impresa, spostarlo sui consumi di materia e di energia; incentivare produzioni e consumi sostenibili.

3. Politiche per la qualità italiana. Puntare sulla tutela dell’ambiente e del paesaggio, sull’agricoltura di qualità, sul turismo, sui parchi, sulla promozione del Made in Italy nel mondo.

4. Nuovo piano energetico. Un programma per l’efficienza energetica nell’industria, nei servizi, nell’edilizia; 50 per cento di elettricità da rinnovabili entro il 2030; Smart grid; riduzione del 30 per cento delle emissioni di gas serra entro il 2020; rendere permanente l’ecobonus del 55 per cento.

5. Difesa del suolo. E’ la più grande opera pubblica per l’Italia: utilizzare almeno un terzo dei fondi Cipe e parte dei risparmi da rinuncia all’acquisto dei cacciabombardieri F35; deroga al patto di stabilità per i Comuni; frenare il consumo di suolo.

6. Servizi pubblici locali. Sono parte importante della crescita della green economy, con gli investimenti per acquedotti e depuratori, impianti per i rifiuti, reti di trasporto, energia e gas; rispettare le indicazioni emerse dal referendum sull’acqua.

7. Mobilità sostenibile e città ecologiche. Investire sul trasporto pubblico locale, ferrovie locali, tramvie e metropolitane.

8. Sud. Economia verde, ambiente, energie rinnovabili, priorità per lo sviluppo del Mezzogiorno.

9. Più legalità, meno burocrazia. Lotta alle ecomafie, introduzione dei reati ambientali nel codice penale, lotta all’abusivismo; riforma dell’Ispra e del sistema dei controlli ambientali; semplificare norme e procedure.

10. Lavoro verde. Un milione di posti di lavoro dall’economia verde; investire su formazione e ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.