milleproroghe: il riassunto

il decreto mille proroghe ha ormai sostituito la finanziaria nella complessità e nel tentativo di assalti alla “diligenza” da parte di senatori e deputati. 
I provvedimenti più significativi tra quelli contenuti nel decreto quest’anno sono questi (da www.ilpost.it):

  1. le regioni in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza avranno la possibilità di introdurre nuove tasse
  2. i termini per i ricorsi per i precari contro i contratti a termine illegittimi restano aperti fino al 31 dicembre, come chiedevano PD e CGIL
  3. il prezzo dei biglietti del cinema aumenterà di un euro, sale parrocchiali escluse: ed era una cosa che era stata annunciata a dicembre e che poi il ministro Bondi aveva smentito categoricamente
  4. la social card sarà rifinanziata e gestita – in fase sperimentale per un anno – dagli enti caritativi
  5. la restituzione delle tasse sospese ai comuni colpiti dal terremoto verrà rinviata al 1 novembre
  6. ai comuni verrà devoluto entro il marzo del 2011 un acconto sugli importi di IRPEF comunale incassati dallo stato
  7. verrà sospesa fino alla fine dell’anno la demolizione delle case abusive in Campania
  8. il blocco degli sfratti per le categorie disagiate verrà prorogato fino al 31 dicembre 2011
  9. il pagamento delle multe relative alle quote latte verrà posticipato a giugno 2011 (la scadenza iniziale era il 31 dicembre 2010) ma il fondo passa da 30 a 5 milioni
  10. verranno stanziati questi finanziamenti per il 2011 e il 2012 a favore delle regioni colpite da alluvioni: 90 milioni per la Liguria, 60 milioni per il Veneto, 40 milioni per la Campania, 10 milioni per la provincia di Messina. Tre milioni ciascuno alla Scala e all’Arena di Verona
  11. il fondo per l’editoria aumenterà di 30 milioni, 15 milioni a radio e tv locali
  12. sarà introdotto il foglio rosa per i motorini fino a 150 cc di cilindrata e le minicar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.