NON OSTANTE! A ESTE LA POLLINA SI PUO’ BRUCIARE

nonostante  l’impianto a pollina per produrre energia elettrica produca più CO2 rispetto all’uso di combustibili tradizionali


nonostante sia altamente probabile il rilascio in quantità significativa di metalli pesanti e di diossine nel processo di combustione della pollina


nonostante la mancanza  di un piano energetico regionale in grado di regolamentare e pianificare a  livello regionale questo tipo di impianti


nonostante l’assenza di garanzie sulla salute dei cittadini

nonostante l’impianto ricada in una zona ad alta criticità dal punto di vista delle emissioni in atmosfera


nonostante la vicinanza con il Parco Colli e la vocazione turistica e ambientale dell’area 


nonostante il parere contrario del Comune di Este



La Conferenza dei servizi decisoria (forte del parere favorevole di Regione e Provincia) ha espresso parere favorevole all’impianto  di produzione di energia elettrica (pollina e cippato di legno) da 1Mwe sito in località Motta in Comune di Este (PD).

Un pensiero su “NON OSTANTE! A ESTE LA POLLINA SI PUO’ BRUCIARE

  1. E pensare che la scorsa legislatura la provincia ha finanziato la sostituzione di caldaie con caldaie a bassa emissione di NOx, ora invece permette un impianto che produrrà prevalentemente NOx.
    Non mi sembra una scelta tanto ragionevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.