POLITICHE DI PROMOZIONE SOCIALE NEL COMUNE DI ESTE

COMUNICATO STAMPA

POLITICHE DI PROMOZIONE SOCIALE NEL COMUNE DI ESTE


Si è riunito la scorsa settimana il tavolo comunale delle associazioni che promuovono iniziative e servizi per gli immigrati.
Da anni ormai il Comune di Este sostiene una serie di iniziative che mirano a promuovere l’integrazione dei cittadini immigrati dando risposte concrete su diversi settori.
Erano presenti le associazioni che gestiscono, in collaborazione col Comune e con l’USL 17, servizi di integrazione.
L’Associazione ALII (associazione lavoratori immigrati e italiani) che, con Migranti, Caritas e Questura gestisce lo sportello CISI che consente agli immigrati di tutto l’estense di ottenere, senza doversi recare in questura a Padova, i rinnovi di permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, notizie e informazioni sulla normativa specialmente quella lavoristica riguardante gli stranieri. Lo sportello è aperto il martedì pomeriggio e il sabato mattina negli uffici di piazzale Ca’ Pesaro vicino al centro per l’impiego.
ALII gestisce anche lo sportello parità che ha funzioni di segretariato sociale e consulenza legale.
L’Associazione Pianeta Bimbo che si occupa di integrazione scolastica e che opera con un progetto specifico nel sostegno alle donne immigrate.
L’Associazione Oltre il Mare che organizza corsi di italiano per stranieri e fornisce sostegno concreto a famiglie di immigrati indigenti.
Lo Sportello sociale contro la crisi che, oltre a provvedere ad attività di consulenza, fornisce aiuti alimentari alle famiglie.
Hanno aderito anche gli Avvocati di strada (che da alcuni anni operano anche nel Comune di Este a sostegno di quegli immigrati che non possono permettersi consulenza legale a pagamento) e le ACLI.
L’incontro, promosso dall’assessore ai servizi sociali Silvia Ruzzon, è servito per fare il punto sulle iniziative in atto. L’Assessore, viste le numerose attività che consentono di integrare positivamente i cittadini stranieri nei diversi servizi comunali (asilo nido, scuole, attività culturali e sociali) ha sottolineato la disponibilità del Comune a sostenere maggiormente le iniziative che consentano di meglio inserirsi nel contesto sociale e lavorativo anche conoscendo in maniera più approfondita le normative vigenti, sia in termini di diritti che in termini di doveri.
Verranno trovate ulteriori risorse per consentire che i corsi di italiano svolti fino ad ora possano continuare anche venendo meno una parte delle risorse prima provenienti da altri enti sovracomunali.
“Un’attenzione tutta particolare è stata posta agli immigrati di seconda generazione, nati in Italia. Siamo convinti che per questi nostri concittadini dovrebbe essere naturale la concessione della cittadinanza italiana. Si tratta di ragazzi che sono nati nel nostro Comune, hanno frequentato le nostre scuole e parlano correntemente la nostra lingua” sottolinea il sindaco Giancarlo Piva.
“Per questi giovani cittadini vogliamo fare iniziative di cittadinanza attiva partendo dalle scuole superiori che per la gran parte essi frequentano”.
Era presente al tavolo anche il Centro Territoriale Permanente per l’Educazione degli Adulti associato all’Istituto Comprensivo di Este. Esso offre la possibilità di conseguire il Diploma di Licenza Media per tutti coloro che, avendo compiuto 16 anni, hanno bisogno del titolo per motivi di lavoro o che vogliono migliorare e accrescere il proprio bagaglio culturale. Una grande opportunità anche per gli stranieri del nostro territorio.
“I corsi inizieranno a settembre 2012, ma le preiscrizioni sono già aperte e quindi sollecitiamo gli interessati ad aderire prontamente” sottolinea Silvia Ruzzon.
La dirigente del nostro Istituto comprensivo Paola Morato evidenzia che lo scorso anno abbiamo avuto 10 iscritti e 7 diplomati e che i corsi di italiano collegati al Centro Permanente hanno contato 35 iscritti che stanno in questi giorni sostenendo gli esami del corso base e del corso avanzato”.
Il corso è gratuito e gli orari saranno concordati in base alle esigenze dei corsisti, in modo che questi risultino compatibili con gli impegni lavorativi di tutti gli studenti e che nessuno debba rinunciare alle preziose ore di lezione.

“Este continua quindi a distinguersi nel nostro territorio per un impegno consapevole per la creazione di una comunità accogliente, aperta e solidale con chi accetta di contribuire positivamente ad integrarsi nella sua comunità” conclude il sindaco.


Il Sindaco di Este
Giancarlo Piva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.