Un “baratto” con il 5 per mille

Da il Gazzettino


BAONE Uno “scambio” per non aumentare le tariffe
Un “baratto” con il 5 per mille

UNA FIRMA E il Comune s’impegna a non tartassare


Giovedì 2 Febbraio 2012,
… A proporlo è il sindaco di Baone, Francesco Corso. Il quale, durante un’assemblea pubblica organizzata per illustrare gli effetti delle manovre governative, ha messo sul piatto una possibilità di scambio. In soldoni il Comune si impegna a non aumentare le rette del nido, della mensa e del trasporto scolastico. In cambio viene chiesto ai residenti di destinare, nella dichiarazione dei redditi, il cinque per mille alle casse municipali. «Una semplice firma – spiega Corso – che non costa nulla alle tasche dei cittadini, ma che dà un po’ di risorse al Comune per garantire servizi sociali. Che continueranno ad essere erogati senza alcun aumento». Il patto, in realtà, verrà sottoscritto in fiducia dal Municipio, che confida nel buon senso e nella disponibilità della cittadinanza. «Ne avevamo già parlato con i genitori durante le riunioni scolastiche – rivela il sindaco – ed era emerso il problema dell’innalzamento dei costi di gestione delle scuole, ma ci eravamo impegnati a non alzare le quote». La prova del nove, quindi, arriverà solamente dopo la consegna delle dichiarazioni dei redditi. «Speriamo che i cittadini, almeno quelli che usufruiscono di questi servizi, sottoscrivano il cinque per mille ai servizi sociali del Comune – ammette Corso – la popolazione sembra aver apprezzato molto la proposta, perché non andiamo a pescare ancora nelle tasche già tartassate dei contribuenti». Il Comune invierà una lettera a tutti i residenti a ridosso del periodo di compilazione delle denunce fiscali, per ricordare il patto a tutti. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.