Vandalismo a Este

Nella notte di venerdì 12 novembre tre persone hanno dato fuoco a due manifesti affissi alla porta d’ingresso dell’Ufficio Pari Opportunità – Sportello Immigrati di Vicolo Mezzaluna.
Dei manifesti, uno pubblicizzava i Corsi di lingua italiana per stranieri e l’altro le attività dello Sportello CISI (Centro d’Informazione e Servizi agli Immigrati). Che l’atto delittuoso sia stato premeditato emerge chiaramente dalle riprese del sistema di videosorveglianza: alle ore 1:30 tre soggetti, giungono da Via San Martino in Vicolo Mezzaluna, raggiungono il portoncino d’ingresso dell’Ufficio Pari Opportunità e con un accendino appiccano il fuoco agli avvisi affissi, si trattengono lì per il tempo necessario alla combustione, quindi, accertato il ‘successo dell’azione’, si allontanano con calma. Non si è trattato, perciò, di una bravata estemporanea di qualche ragazzotto incivile in cerca di emozioni, ma di un gesto  razzista. Sulla porta, infatti, era affisso anche un depliant che pubblicizzava le attività dello Sportello Parità, ma questo non è stato oggetto di atto vandalico; evidentemente, ciò che dava fastidio a questi tre ‘squallidi signori’ sono i servizi che la nostra città attiva per i cittadini immigrati.
E allora forse vale la pena di spiegare ancora una volta in che cosa consiste l’attività dello Sportello CISI gestito per il Comune dall’Associazione Migranti di Padova in convenzione con altri 12 Comuni, la Provincia, la Questura e la Prefettura. 

Lo Sportello, aperto il martedì dalle ore 16:00 alle ore 19:00 e il sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00, dà informazioni sulla rete dei servizi territoriali, sulla disciplina del soggiorno in Italia; dà supporto nel disbrigo e nella pre-compilazione delle pratiche per il rilascio/rinnovo dei permessi/carte di soggiorno e per le istanze di ricongiungimento/coesione familiare; prenota gli appuntamenti con lo Sportello Unico presso la Prefettura UTG e con la Questura di Padova.
Un servizio a vantaggio di tutto il territorio, utile non soltanto ai cittadini immigrati, ma anche italiani. Non va dimenticato che i migranti, nella quasi totalità dei casi, sono lavoratori alle dipendenze di cittadini italiani. A questo riguardo va segnalato che sono in significativo aumento i cittadini italiani che si rivolgono ai nostri servizi per l’assunzione, la regolarizzazione di un cittadino straniero o perché formano una famiglia con uno/a straniero/a. Qualche dato: dal 20 luglio al 23 novembre lo Sportello ha avuto 901 accessi. 901 persone a cui abbiamo dato una risposta; 901 persone in meno in coda negli altri sportelli CISI e alla Questura, con beneficio non solo loro, ma anche degli operatori dei servizi territoriali.
Infine ricordiamo che anche quest’anno stanno per partire i corsi di lingua italiana come lingua seconda, rivolti a cittadini immigrati e che chi intendesse iscriversi può rivolgersi al più presto allo Sportello pari opportunità del Comune aperto al pubblico nelle mattine del lunedì, del mercoledì, dalle 9:00 alle 12:00 e il mercoledì pomeriggio dalle 15:00 alle 18:00.
Il Sindaco di Este
Giancarlo Piva
L’Assessora alle Pari Opportunità
Elisa Bussi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.